Sostituire il kit distribuzione Fiat Panda (169)

Video guida

Marca fiat logo Fiat Parte / Componente Cinghia distribuzione

Cosa occorre

✔️ Guanti protettivi✔️ Stracci o carta assorbente
✔️ Contenitore per smaltimento dei liquidi✔️ Chiave a bussola e accessori
✔️ Cacciavite multi punta✔️ Chiave dinamometria
✔️ Kit strumenti di rimozione
icona

Risparmia sui componenti Fiat

Offerte su Amazon Ita

ADV

Procedimento

Procedura per sostituire il kit di distribuzione con pompa dell’acqua su Fiat Panda (169) con motorizzazione 1.2. L’auto nel video guida ha un impianto Gpl ma la procedura è uguale per tutti i motori fire 1200 a benzina. La procedura è fattibile da chiunque abbia un minimo di manualità, ma è importante stare attenti in alcuni punti un pò più delicati come ad esempio la messa in fase. Utilizziamo le comuni chiavi di smontaggio per sostituire la cinghia di distribuzione e pezzi annessi su Fiat Panda. un kit che una chiave

 

ADV

 

IMPORTANTE. Utilizzare il video guida incorporato.

ATTENZIONE. Effettuare la procedura a motore freddo in totale sicurezza.

  • Ricordiamoci come sempre di staccare il cavo negativo della batteria e una volta tolta la ruota anteriore destra.
  • Procediamo a smontare la paratia in plastica che copre il motore rimuovendo le viti che la tengo ancorata. Una vite è nascosta dietro il passaruota per evitare di smontare questo basta tirarlo a sé delicatamente per farsi un po’ di spazio.

Procediamo ad allentare la fascetta per staccare il manicotto inferiore del radiatore. Scarichiamo il liquido refrigerante


 

Manicotto radiatore

 

ATTENZIONE. Ricordandoci anche di aprire nel vano motore il tappo di rifornimento del liquido refrigerante. Non disperdiamo nell’ambiente il liquido tolto perché altamente inquinante. Va appositamente smaltito in centro di raccolta.

 

 

Utilizziamo un kit per sorreggere il motore visto che dobbiamo andare a smontare il supporto superiore. Stiamo attenti a posizionare il kit delicatamente sulla coppa dell’olio senza andare ad intaccare il tappo di scolo.

  • Smontiamo il sensore di posizione dell’albero a camme.

ATTENZIONE. Se l’auto ha un impianto Gpl, dobbiamo andare a sganciare il riduttore tramite l’apposito bullone che lo tiene ancorato al vano motore in modo da creare spazio al lato della distribuzione. Procediamo a svitare i tre dadi rimanenti del supporto motore (lato ruota)

  • Togliamo il supporto motore dando qualche colpettino con un martello( s’è bloccato).
  • Rimuoviamo il carterino di plastica svitando i tre bulloni da 10 mm che lo tengono fisso.
  • Sganciamo la clip che tiene saldi fili con pinza adatta.
  • Svitiamo i quattro bulloni da 15 mm che tengono il carter e su cui poggia il supporto motori (2 superiori e 2 inferiori).
  • Stacchiamo il carterino di plastica.

 

Accessori e pezzi di ricambio su Amazon.it

 

Prepariamoci a rimuovere la cinghia dei servizi. 

  • Tiriam0o verso il retro dell’auto il tendicinghia carico.
  • Stacchiamo il sensore di posizione dell’albero motore.

Successivamente dobbiamo smontare la puleggia dell’albero motore. Esiste un attrezzo apposito che sblocca il pezzo.  possiamo

Metodo senza attrezzo. Individuiamo il foro d’ispezione del volano e andiamo ad inserire un un cacciavite della corretta dimensione in modo tale da bloccare e non far girare l’albero motore, in modo da per poter mollare i bulloni della puleggia.

  • Svitiamo i 3 bulloni esterni.
  • Eliminiamo l’ultimo carterino in plastica svitando l’unico bullo r10 che lo tiene.
  • Stacchiamo il connettore del sensore dell’olio motore posto dietro al filtro

 

Da questo momento in poi parte la parte più delicata in cui è importantissimo stare molto attenti dove mettere le mani.

  • Mettiamo in fase il motore come da manuale andando a far coincidere i corretti segni tra l’albero e il motore stesso e la puleggia dell’albero a camme.

Utilizzare l’apposito strumento a marchio Fiat o acquistabile via web.

ATTENZIONE. Segnare i due punti di riferimento sulla puleggia delle camme e rispettivamente sul blocco motore, facendo coincidere questa posizione con un riferimento sull’albero motore. Se si dovesse spostare la puleggia una volta tolta la cinghia, dovremmo andare a fare un lungo lavoro di messa in fase.

 

 

Molliamo il cuscinetto tendicinghia e successivamente la cinghia stessa lo

ATTENZIONE. Non bisogna assolutamente muovere far girare l’albero motore o la puleggia delle

camme.

  • Smontiamo la pompa dell’acqua, liberandola dai quattro bulloni che la tengono ancorata. Per staccare la pompa, aiutiamoci andando a leggere i colpi con un martello in gomma o di legno.
  • Applichiamo quindi sulla pompa nuova della pasta che farà darà guarnizione le apposite guide saltate sulla superficie.
  • Montiamo quindi la nuova pompa dell’acqua.
  • Avvitiamo il tutto con la chiave dinamometrica a 12 Newton metri.
  • Appoggiamo il nuovo cuscinetto tendicinghia e puntiamo il suo lago di tenuta senza stringerlo.
  • Installiamo la cinghia facendo attenzione a montarla nel verso corretto (le frecce indicano il senso orario e di rotazione del motore)

 

Montiamo la cinghia seguendo tale procedura per facilitare il tutto e cioè la facciamo attaccare prima all’albero motore sotto, poi  la facciamo passare dalla pompa dell’acqua e tenendola sempre ben tesa dal lato anteriore del motore. Facciamo girare sulla puleggia delle camme e infine facciamola passare sul cuscinetto tenditore.

  • Tendere la cinghia nel momento in cui ruotando il tenditore.
  • Serrare il dado così il tenditore caricato in modo corretto.

 

ATTENZIONE. Utilizziamo quindi una chiave dinamometrica per serrare il bullone del cuscinetto tendicinghia precisamente al 28 newton metri. Prima di procedere lasciamo fare un paio di giri al motore, utilizzando comodamente una chiave cricchetto posizionandola sul bullone centrale e girando in senso orario. Così da assicurarci che il tendicinghia sia ben tensionato.

  • Montiamo il carterino inferiore in plastica.
  • Installiamo la cinghia dei servizi. Prima dalla parte superiore all’alternatore al motorino di avviamento, poi si passa nella pulegge dell’albero motore. Infine ricordiamo di attaccare lo spinotto del sensore dell’olio è quello di posizione dell’albero motore con l’apposito bullone.
  • Montiamo anche il carterino in plastica superiore stando attenti a far coincidere la rientranza per far entrare successivamente il sensore di posizione dell’albero a camme.

 

Passiamo al carter su cui si poggia il supporto motore e anche qui come durante lo smontaggio, se non dovesse entrare facilmente, giochiamo un pochino alzando e abbassando leggermente il cric per muovere il motore.

  • Solleviamo abbassiamo piano piano il motore per posizionarlo
  • Connettiamo il manicotto che avevamo sconnesso in precedenza per svuotare l’impianto di raffreddamento.
  • Rabbocchiamo il liquido refrigerante nuovo avendo l’accortezza di spurgare perbene l’impianto.

Montiamo passaruota, ruota e altri pezzi di copertura.

 

 

 

Guide per la tua Fiat Panda 169 su Motoriefaidate.it

ADV

Chicco

Read Previous

Sostituzione fai da te batteria Fiat PANDA 169 1.3 Multijet

Read Next

Reset spia manutenzione olio Dacia SANDERO 3